Funzionamento della catena di allarme

I segnalatori e i componenti di allarme perfetti, nonché la programmazione della centralina di allarme, sono decisivi per il funzionamento dell’allarme secondo i piani. Perché una catena di allarme è forte solo quanto il suo elemento più debole.

La catena di allarme degli impianti di allarme ABUS procede attraverso tre stazioni: 

1. Componente: I segnalatori rilevano un evento

I segnalatori rilevano un evento © ABUS

Protezione antieffrazione attiva

Particolarmente apprezzabili e solo da ABUS: rivelatori senza fili meccatronici Per evitare l’effrazione fin dall'inizio, i prodotti meccatronici di ABUS offrono una protezione completa. La serratura per finestre senza fili FTS 96 E, il set di serrature a barre per finestre senza fili e la serratura supplementare per porte segnalano già il tentativo di effrazione. La maniglia della finestra senza fili informa in merito allo stato della finestra e documenta se è aperta o chiusa.

Protezione completa per portefinestre, finestre e porte

I ladri sfruttano i punti più vulnerabili di un edificio. Al fine di rilevare un'apertura involontaria, i segnalatori di apertura vengono utilizzati in modo tradizionale. I segnalatori di rottura vetro, i rilevatori di vibrazione e anche i rilevatori di movimento molto spesso riconoscono gli intrusi in modo affidabile.

Protezione dai pericoli

I rilevatori di fumo e acqua segnalano tempestivamente lo sviluppo inusuale di fumo oppure di acqua, prevenendo situazioni di pericolo di vita ed evitando quindi di sostenere spese elevate. In caso di emergenza, con un tasto antirapina, tramite pulsante si attiva la centrale in modo rapido e inosservato.

2. Componente: La centralina di allarme decide

La centralina di allarme decide © ABUS

La centralina di allarme è il "cervello" di un sistema di allarme. Se si verificano eventi che attivano i rilevatori, l'impianto di allarme riceve immediatamente un messaggio. A seconda della programmazione, la centralina di allarme emette un allarme predefinito.

Gli impianti di allarme di ABUS offrono capacità decisamente sorprendenti: ad esempio è possibile creare vari gruppi di utenti diversi che sono informati a seconda dell'allarme che si verifica. In questo modo è semplicissimo controllare che in caso di rottura di un tubo dell'acqua, ad esempio, il servizio di emergenza migliore intervenga il più rapidamente possibile. Per i messaggi di allarme è possibile utilizzare messaggi standard o registrare testi personalizzati. Volendo potete anche definire per ciascun selettore o modulo GSM/Ethernet quali operatori di emergenza devono essere contattati telefonicamente o informati tramite SMS.

Il risultato è lo stesso in tutti i casi:

gli impianti di allarme di ABUS allertano il personale del servizio di emergenza migliore in modo rapido, discreto e automatico, oppure avvertono i familiari, gli amici e i conoscenti.

3. Componente: I dispositivi di allarme informano l'ambiente

I dispositivi di allarme informano l'ambiente © ABUS

In una catena di allarme, i dispositivi di allarme sono i componenti finali e anche i più efficaci. È solo attraverso di loro che l'ambiente viene informato del pericolo. Per l'allarme acustico ad alto volume esistono le sirene, che sono disponibili in diversi modelli per interni o per esterni. Con un livello sonoro di 90 decibel in casa e di 105 decibel fuori casa, i dispositivi di allarme acustico richiamano l'attenzione emettendo un segnale di avviso penetrante. L'assistenza interviene rapidamente mentre l'intruso, spaventato e assordato dal rumore che lo circonda, cerca di svignarsela.

Nei sistemi di allarme visivi all'aperto, la sirena esterna è dotata di un lampeggiatore incorporato. Affinché la luce del lampeggiatore rimanga visibile anche a grande distanza, il lampeggiatore deve sempre essere rivolto verso la strada. Il vistoso lampeggiamento del dispositivo di allarme, quindi, non serve solo per lanciare l'allerta, ma anche per aiutare il personale del servizio di assistenza a localizzare il luogo dell'intervento.