Ridurre il furto in azienda con la videosorveglianza

In Germania, Austria e Svizzera ogni anno hanno luogo furti di merce nei negozi per circa 7 miliardi di euro. Tuttavia, i ladri riescono ad accedere anche ai magazzini, ai siti produttivi e agli uffici. Dato il basso tasso di rilevamento dei reati di furto (circa il 20 per cento) e l’alta percentuale di recidivi (oltre il 60 per cento), sono ovviamente evidenti i vantaggi di un monitoraggio dettagliato, con la possibilità di identificazione dei colpevoli.

Il furto è un problema per tutte le aziende

I ladri moderni rubano tutto ciò che non è inchiodato saldamente. Nessuna azienda è protetta da furti, poiché, grazie alle numerose possibilità di Internet, è possibile trovare un acquirente per quasi qualsiasi prodotto.

Esempi:

  • Nella città di Norderstedt i ladri di metallo hanno rubato a un idraulico dei tubi di rame per un valore di 125.000 €.
  • A Meißen hanno rubato in una scuola guida: l’obiettivo dei malviventi era un sistema di computer per il valore di 6.000 Euro.
  • A Francoforte sul Meno, è stato rubato un escavatore da 25 tonnellate. Nonostante siano installati sempre più rilevatori di posizionamento GPS nei macchinari edili, non si è ancora registrata una diminuzione dei furti.
  • Ad Alsfeld alcuni sconosciuti hanno rubato 300 litri di gasolio da un veicolo da costruzione.

Il furto è un problema per tutte le aziende © iStockphoto.com / tunart

Miliardi di danni causati dal furto di merce

Circa il 50 per cento di tutte le differenze nell’inventario nel commercio al dettaglio sono dovute a furti. Dipendenti e fornitori sono coloro che hanno l’accesso più facile alla merce in magazzino e alla zona di carico. La videosorveglianza offre vantaggi in questo caso, tra i quali la visione notturna con illuminazione a infrarossi (IR), che riconosce ciò che accade nel magazzino o sulla rampa di carico anche in caso di oscurità completa. Con il rilevamento del movimento avanzato delle videocamere di sorveglianza, è possibile raggiungere anche in zone remote una protezione completa a tutto tondo.

Miliardi di danni causati dal furto di merce © ABUS

Proteggere in modo efficace con la videosorveglianza

La videosorveglianza non protegge di per sé contro il furto. Tuttavia, la sua presenza scoraggia fin da subito molti potenziali ladri, in particolare i criminali occasionali che tentano di rubare qualcosa. Non solo: quando si tratta davvero di furto, le registrazioni della vostra soluzione di videosorveglianza possono servire come prova e consentire l’identificazione del colpevole.

Proteggere le aree critiche

Nell’installazione di una soluzione di sorveglianza, il corretto posizionamento delle videocamere ha un’importanza cruciale. Pertanto, è necessario far programmare e installare un sistema video da un’azienda specializzata. Prendete principalmente in considerazione queste posizioni all’interno dell’azienda per l’installazione di videocamere:

  • Area di ingresso e di uscita dei clienti
  • Area delle casse o aree in cui si maneggia il denaro
  • Ingressi del personale e ingressi dei fornitori
  • Magazzini e i rispettivi ingressi e uscite

Proteggere in modo efficace con la videosorveglianza © ABUS

Cinque consigli per la riduzione dei furti

  1. Analizzate le aree critiche:
    I ladri colpiscono maggiormente laddove possono passare inosservati.
  2. Tenete sott’occhio tutte le aree della società:
    la maggior parte delle attività di vendita sono prese di mira, ma spesso si ruba anche presso uffici e aree produttive
  3. Sensibilizzate tutti i dipendenti:
    discutete il tema in eventi aziendali, date istruzioni chiare (legalmente protette) per trattare con i ladri
  4. Utilizzate la videosorveglianza come prova:
    monitorate la vostra attività in conformità alle disposizioni di legge.
  5. In caso di problemi,
    rivolgetevi subito alla polizia e mostrate le immagini dei furti.

I trucchi dei taccheggiatori

Normalmente nei negozi i ladri rubano degli oggetti. Nascondono la refurtiva nel loro abbigliamento, nei passeggini o nell’imballaggio esterno di altri prodotti. Con la videosorveglianza di ABUS, è possibile scoprire questi due tipici trucchi:

Il trucco dello scontrino di cassa

Il ladro si impossessa di uno scontrino abbandonato da un altro cliente; quindi entra nel negozio, prende dallo scaffale l’oggetto acquistato dall’altro cliente e con lo scontrino lo restituisce alla cassa.

Il trucco del reclamo

Un cliente acquista un apparecchio, torna il giorno seguente nel negozio prendendo lo stesso apparecchio nuovamente dallo scaffale, presenta un reclamo e riceve il rimborso del prezzo pagato.