La truffa del falso nipote: Se il presunto nipote ha un disperato bisogno di denaro...

Comincia con un’innocua telefonata e finisce facendo perdere migliaia di euro ad alcune vittime: la truffa del falso nipote è nota da molti anni ed è ancora una di quelle più utilizzate dai criminali.

Questi ultimi sono ben organizzati. Negli elenchi telefonici ricercano in modo specifico persone con i nomi più comuni tra gli anziani; la truffa del falso nipote è principalmente rivolta a donne anziane. Dall'indirizzo i truffatori identificano se la loro vittima vive in un quartiere socialmente svantaggiato oppure in una zona più signorile. In questo modo possono stimare quanto denaro riescano ad estorcere tramite l’inganno.

"Indovina un po’ chi parla!"

Infine i truffatori chiamano. Conducono la conversazione con frasi come "Indovina un po’ chi parla!". In questo modo invogliano la vittima a pronunciare il nome di un parente o conoscente. In seguito, i truffatori fingono di essere questa persona. Raccontano che hanno urgente bisogno di molto denaro. Il motivo: emergenze finanziarie, ad esempio un incidente, debiti o l’acquisto di un’automobile.

Con telefonate ripetute, i truffatori tengono la loro vittima sotto pressione, non lasciandogli il tempo di consultarsi con la famiglia. Se la vittima acconsente, i truffatori riescono ad ottenere il denaro. Il presunto nipote spiega alla vittima che non può ritirare personalmente il denaro e quindi manda un amico. A volte alla vittima è chiesto di trasferire il denaro su un conto.

Potete difendervi dalla truffa del falso nipote in questo modo:

  • Siate sospettosi se vi viene chiesto di indovinare chi sia il chiamante.
  • Al telefono non rivelate alcun dettaglio sulla vostra situazione familiare e finanziaria.
  • Dopo aver ricevuto una telefonata con una richiesta di denaro, consultatevi sempre con la vostra famiglia.
  • Non date mai denaro o gioielli ad estranei.
  • Non trasferite mai denaro su un conto sconosciuto.
  • Informate immediatamente la polizia se ricevete una chiamata che vi sembra sospetta. Numero di emergenza: 110

Ulteriori suggerimenti quotidiani per gli anziani