Aumentate gli introiti del vostro negozio con la videosorveglianza © ABUS

Aumentate gli introiti del vostro negozio con la videosorveglianza

Ogni anno in Germania il settore del commercio al dettaglio perde oltre 4,9 miliardi di euro per furti e differenze di inventario (fonte: Barometro mondiale dei furti nel retail, Centre for Retail Research/Nottingham, Gran Bretagna).
Le cause sono nel 55,9% dei casi furti commessi dalla clientela, seguiti da quelli ad opera di dipendenti disonesti (24,6%) e di fornitori (6,8%). La videosorveglianza funge da deterrente e previene i reati compiuti da delinquenti occasionali – perché come è noto, "l'occasione fa l'uomo ladro". La videosorveglianza non supporta solo i monitoraggi in tempo reale, ad es. l'attività degli investigatori, ma aiuta anche a chiarire i fatti fornendo materiale probatorio: questo non riguarda solo la cassa, ma anche l'area di vendita, il magazzino e le zone esterne.

I punti critici di un negozio

Entrata e uscita

Osservate all'entrata e all'uscita ciò che una persona ha con sé quando entra o esce dal negozio. Utilizzate le videocamere anche come deterrente per i ladri. Un effetto collaterale positivo di una videosorveglianza è che l'analisi dei video permette di identificare quali sono gli orari in cui il negozio è più affollato e di adattare di conseguenza la pianificazione del personale.

L'area di vendita

È qui che di solito i ladri colpiscono e, pertanto, è questa la zona che deve essere al centro del vostro sistema di videosorveglianza. Pensateci: il taccheggio nei negozi riguarda soprattutto articoli costosi e di piccole dimensioni come cosmetici, profumi, lamette per rasoi, DVD e CD.

La zona della cassa

Il secondo punto debole di un negozio è la zona della cassa. Questo è il luogo dove avvengono manipolazioni di ogni genere, ad es. il furto di denaro, la truffa e l'emissione di scontrini di importo inferiore al valore della merce acquistata. La presenza di denaro contante nel cassetto del registratore di cassa rende questa zona particolarmente esposta al rischio di brutali aggressioni.

Il magazzino

Questa parte del negozio è presa di mira soprattutto da dipendenti e inservienti infedeli. Qui occorre focalizzarsi sull'accesso di fornitori e dipendenti, nonché sulle aree che destano l'interesse dei ladri come i depositi vuoti e i magazzini dove sono stoccate le merci di valore.

Gli esterni

La sicurezza inizia già davanti alla porta. L'area dell'ingresso, la vetrina, il parcheggio o le superfici di carico davanti al magazzino fanno anch'esse parte della proprietà, esattamente come i locali all'interno della struttura. Pertanto per contrastare ed evitare gli atti di violenza, i furti e il vandalismo è necessario prevedere anche all'esterno del negozio un sistema di videosorveglianza professionale.

I punti critici di un negozio © ABUS

Il vostro negozio è davvero sicuro?

Se la vostra risposta alle domande seguenti è affermativa in più di tre casi, è opportuno che valutiate l'installazione di una videosorveglianza:

  1. C'è un grande andirivieni di pubblico nel mio negozio.
  2. Nei miei ultimi inventari ho riscontrato differenze notevoli che non mi so spiegare.
  3. Continuo a trovare confezioni vuote nel mio negozio.
  4. Non ho personale a sufficienza per tenere attentamente sotto controllo i clienti e i fornitori sospetti.
  5. La merce è consegnata da diversi autisti che hanno accesso al mio magazzino.
  6. Tratto merce di valore.

Referenze di lavoro attestanti l'onestà

Prima di assumere un dipendente precedentemente addetto a mansioni nel settore del commercio, verificare se nelle sue referenze di lavoro è riportata un'indicazione di questo tipo: "Si è sempre comportato onestamente". Se nelle referenze di lavoro non figura alcuna indicazione del genere, è meglio che siate cauti.