Condizioni meteorologiche avverse? Nessun problema per le videocamere di ABUS © sxc.hu / redfloor

Condizioni meteorologiche avverse? Nessun problema per le videocamere di ABUS

Se desiderate installare videocamere di sorveglianza all'aperto, in aree prive di riparo, la tecnologia utilizzata deve essere in grado di sopportare l'inclemenza delle condizioni meteo: l'umidità causata da pioggia o neve, le basse temperature in seguito a gelate e ondate di freddo, oppure il caldo soffocante dovuto all'irraggiamento solare diretto nei mesi estivi. ABUS offre soluzioni ideali per tutte le condizioni climatiche estreme e con qualsiasi tempo meteorologico. Così la videosorveglianza funziona anche in condizioni ambientali difficili, grazie a videocamere standard alloggiate in custodie esterne, a videocamere compatte con protezione contro le intemperie o a videocamere impermeabili adatta ad essere utilizzate sott'acqua.

Eccellente protezione antipioggia per le videocamere

Per proteggere il vostro sistema di sorveglianza dal bagnato, utilizzate videocamere compatte impermeabili o una custodia separata per la protezione contro le intemperie che impedisce all'apparecchiatura di danneggiarsi a seguito del contatto con l'acqua. Il ventilatore e il riscaldatore, disponibili anche preinstallati nell'apparecchiatura, sono utili per evitare l'appannamento del vetro di protezione o per prevenire la formazione di condensa sulla custodia protettiva contro le intemperie.

In ogni caso è necessario prestare attenzione alla classe di protezione IP. IP è l'acronimo di "International Protection" ed è un codice composto da due cifre: la prima cifra si riferisce all'indice di protezione dalla polvere, la seconda al grado di protezione dall'acqua. In aree all'aperto prive di riparo, scegliere una videocamera con grado di protezione minimo di 6 in modo da proteggerla dall'acqua; in tal caso si intende una protezione contro forti getti d'acqua. Ciò consente di proteggere al meglio la videocamera anche in caso di precipitazioni intense e di pioggia da tutte le direzioni (ad es. se soffia un vento forte). I modelli con classe di protezione 7 o 8 sono richiesti solo quando le videocamere devono essere immerse in acqua in modo temporaneo o permanente.

Utilizzo con vento e maltempo

Protezione della lente dalla polvere

La classe di protezione IP aiuta anche a stabilire il grado di protezione dalla polvere, indicato dalla prima cifra. Tutte le videocamere esterne di ABUS hanno un grado di protezione massimo di 6, che ne indica l'assoluta ermeticità alla polvere. Questo esclude che anche il più piccolo granello di polvere possa penetrare nella videocamera e depositarsi sulla lente o sul sensore di immagine, dove potrebbe compromettere la qualità delle immagini. La protezione dalla polvere è importante anche in spazi interni, soprattutto in aree particolarmente esposte alla polvere come ad es. i capannoni industriali.

Una riserva di calore contro il gelo

Il freddo dà filo da torcere a molte apparecchiature tecniche. Se nel luogo dove è installata la videocamera le temperature scendono ben al di sotto dei -10 °C, è consigliabile l'utilizzo di una custodia protettiva riscaldata. Questo alloggiamento è provvisto di un termostato per la regolazione ottimale della temperatura di esercizio, che in caso di necessità attiva il riscaldamento incorporato. Il ventilatore opzionale provvede a distribuire l'aria calda in modo omogeneo e impedisce l'appannamento del vetro frontale, cosicché le immagini delle riprese risultino sempre nitide.

Una schermatura dal sole

Il forte irraggiamento solare diretto proveniente dall'alto può riscaldare la videocamera e influire negativamente sulle sue prestazioni tecniche. Le videocamere esterne e le custodie protettive contro le intemperie di ABUS sono equipaggiate di serie con coperture parasole in colori chiari, che servono per proteggere il corpo della videocamera dai raggi caldi del sole. Nella custodia protettiva contro le intemperie certificata VdS, la videocamera e il coperchio dell'alloggiamento sono addirittura completamente separati, in modo da escludere a priori qualsiasi trasmissione di calore alla videocamera.

Utilizzo con vento e maltempo © sxc.hu / ABUS

Altre difficoltà tecniche